Un regalo per me

Quest’anno ho deciso di non regalare niente a nessuno di materiale, né per i compleanni, né per le feste comandate, come per esempio il Natale. Non so, ma l’idea di dover relegare tutto quanto alla sfera del regalo in sé mi rende molto triste, se voglio donare qualcosa a una persona cara, glielo posso fare quando voglio, non quando me lo impone qualcos’altro.

E’ anche vero che si parla di una tradizione molto antica, quindi posso capire che ormai sia completamente assuefatta la società, ma non so, quest’anno ho deciso così. Però, il rovescio della medaglia, ovviamente c’è: non mi sono mai regalata nulla, ho deciso di stipulare un piccolissimo fondo di risparmi col quale investire nella realizzazione di un mio sogno, anche il più piccolo.

Intanto ho ordinato la macchina pane perchè, dalle ultime analisi, è stata evidenziata un’intolleranza al glutine che vorrei iniziare a tenere sotto controllo e mi sono regalata anche un tapirulan elettrico. Quello sarà il mio acquisto dell’anno, una mia personale tradizione che porto avanti da quando lavoro: mi faccio un regalo solo all’anno o al massimo due, qualcosa di tecnologico o di altro genere, che desidero particolarmente.

Ai miei amici e parenti regalerò un po’ di me, mi concentrerò per far sì che tutti possano passare il tempo che desiderano con me: amici, parenti, fidanzato. Farò con loro qualche viaggio, anche molto breve e vicino casa, ma solo con l’intento di stare insieme e condividere un’esperienza magnifica.

I ricordi, secondo il mio modesto parere, sono gli unici regali che vale la pena fare, perché quelli sì, rimangono per sempre dentro al cuore e rafforzano i legami.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *