C’è qualcosa che non torna

Forse ho dei grossi problemi io a rapportarmi con Google, forse gli esami che mi hanno costretto a fare all’università per imparare a utilizzare il pc non sono serviti a niente. Comincio a credere che, per rispetto della mia morale, dovrei tornare nella mia facoltà dove mi sono laureato (non col massimo dei voti), portare il libretto e chiedere che mi annullino il mio esame di informatica. Due crediti in più che, evidentemente, non mi sono meritato né mi merito attualmente.

Da cosa nasce questa mia profonda riflessione? Dal fatto che qualsiasi cosa io cerchi su Google, puntualmente non mi viene fuori niente di quello che avrei voluto trovarmi di fronte. Non parlo di nomi incomprensibili, magari stranieri, di autori di letteratura russa, di popoli mitologici o di leggi della fisica, parlo di una semplice ricerca in rete per trovare quello che mi serve.

Ho anche pensato di avere un virus gigantesco, un po’ di tempo fa ne presi uno odioso. Praticamente, nonostante la mia pagina di ricerca fosse Google, mi ritrovavo sempre a cercare le mie cose che erano di mio interesse su un’altra piattaforma. Era uguale al noto motore di ricerca, a prima vista sembrava tutto normale, ma al momento dei risultati notai la differenza. Per esempio se cerco pallone da calcio, di solito tra i primi risultati esce Amazon per poterlo comprare. Ecco, quando presi quel virus mi uscivano siti mai visti, di eshop sconosciuti e che puzzavano un pochino di truffa.

Formattai il computer e la cosa si sistemò da sola, e infatti ora non ho niente che non va da questo punto di vista. Deve essere proprio Google a odiarmi visceralmente. La mia domanda è la seguente: perché se cerco rasoio elettrico barba, mi vengono fuori epilatori e altri strumenti di tortura del genere?!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *